“C’è chi viaggia per perdersi, c’è chi viaggia per trovarsi.

(Anonimo)

Il consiglio di viaggio della settimana é mooooolto soggettivo ragazzi. Questo giovedì voglio proporvi un’applicazione per il telefono che io uso sia quando sono all’estero, che in Italia: una mappa utilizzabile off line.

Me la fece scoprire un’amica tanti anni fa, sicuramente nel tempo ne sono state brevettate altre, magari anche piú efficienti, io comunque mi sono sempre trovata bene con questa ed é quindi quella che vi andrò ad illustrare.

Maps.me applicazione per smartphone

Maps. me è disponibile sia per Android che per IOS. Il progetto da cui nasce si chiama OpenStreetMap ed ha il fine di fornire un servizio gratuito di mappe utilizzando anche i dati degli utenti iscritti che, liberamente, possono partecipare al miglioramento delle mappe stesse. Per lo stesso motivo può capitare che una struttura non coincida perfettamente con quello della mappa (mi è capitato), probabilmente per un problema di GPS da parte di chi lo ha inizialmente salvato, ma vi basterà avere un profilo per modificarlo e aiutare altri viaggiatori come voi a raggiungere il luogo corretto.


Una volta scaricata l’applicazione, vi basterà spostarvi sulla mappa e ingrandire o rimpicciolire le zone a seconda di dove vi troviate o di dove stiate progettando di andare. Per non occupare troppa memoria, saranno accessibili solo le province o gli stati di cui sceglierete di fare il download (solamente in questo passaggio vi servirà una connessione).

Bene, abbiamo quindi la cartina elettronica davanti a noi. Come utilizzarla? Noterete che più ingrandirete la mappa, più dettagli saranno visibili, dalle aree verdi ai laghi, dalle piazze ai monumenti.

Perchè quest’app mi sarà così utile?

-Non farò confronti con la cartina cartacea che è ovviamente molto più significativa, ma ahimè meno pratica-
Il punto di forza di maps.me è il suo totale utilizzo off line.
Se siete all’estero non avrete bisogno di comprare una sim locale centellinando l’utilizzo di internet, e non dovrete di certo farvi venire voglia del decimo caffè per sedervi a un tavolo per utilizzare il wi fi. Operatore mobile a parte, comprenderete l’utilità di un programma che funzioni anche dove non c’è campo, come ad esempio se vi trovate in mezzo al bosco, in barca in mezzo al mare o in tenda nel deserto. (Assolutamente sì, provati tutti).

Breve presentazione delle selezioni che troverete nella barra inferiore della schermata, da sinistra verso destra.

Schermata principale dell’applicazione.

Ricerca: niente di difficile, la lente di ingradimento ci permette di inserire il luogo, l’attrattiva o la via che stiamo cercando, portando suggerimenti, distanze, (eventuali valutazioni e contatti per prenotare o aprire il sito web ufficiale se sì è connessi ad una rete internet in quel momento) e portandoci sulla mappa direttamente al punto che stavamo cercando. Il pulsante di ricerca ci permette inoltre di trovare suddiviso per categoria tutto quello che ci circonda, in ordine di distanza crescente, partendo dall’edificio più vicino a noi. Le categorie suggerite le trovo molto utili per avere alcuni riferimenti più mirati, come le banche, le stazioni di rifornimento, i bagni pubblici, gli ospedali, le farmacie e tanto altro ancora.

Esempio di categorie di ricerca.

Una volta scelta la nostra destinazione, ci spostiamo sul secondo punto: la pianificazione del percorso. Questo sistema di mappe include la possibilità di mostrarvi il tragitto direttamente dal punto in cui vi trovate oppure di calcolarvi la strada tra due punti a vostra scelta.
Una volta avviata, la nostra app ci darà la distanza in km e il tempo che impiegheremo, e calcolerà questi dati in base al mezzo con cui intendiamo raggiungerla: in macchina, in bici, a piedi, in treno o anche in taxi. Se siete soli in macchina non preoccupatevi, il navigatore vocale vi indirizzerà al meglio senza bisogno di guardare lo schermo del telefono! (.. e vi farà risparmiare i soldi che avreste speso aggiungendo l’opzione nella vostra auto a noleggio)

Se calcola anche i tragitti a piedi posso utilizzarla anche per girare in città?
In città, in montagna tra i boschi e pure per arrivare al deserto. Ogni tragitto ha un colore e un tipo di tratteggio differente a seconda del mezzo che utilizzate (ad esempio se vi muovete a piedi verrete indirizzati da una linea blu tratteggiata, in macchina da una azzurra continua etc.. ).
Se siete appassionati di trekking amerete studiarvi i percorsi sulle mappe e vi verrà naturale fare attenzione ai cartelli dei sentieri, ma, per chi come me cammina con il naso un po’ troppo in giù e si perde una volta su tre perchè troppo intento a scattare fotografie, una sbirciatina allo schermo del telefono potrebbe tornarvi molto utile, perchè, ebbene sì, vengono segnalati anche i percorsi a piedi in mezzo alla natura.

Avete improvvisato una mini gita in una città Italiana, senza effettivamente informarvi bene prima? Avete aggiunto una tappa fuori programma al vostro viaggio on the road e siete impreparati?
Tasto centrale: il binocolo.
Maps.me vi suggerisce quali sono le attrazioni più vicine a dove siete voi, così come i luoghi di ristoro e di pernottamento, compreso di valutazione, distanza e tasto per immediato calcolo di percorso.

Esempio di utilizzo della funzione di suggerimento di scoperta delle attrattive nelle vicinanze.


La mia parte preferita rimane quella dei segnalibri personalizzati. Potete aggiungere delle note e cambiar loro colore in base alla categoria per cui li state suddividendo, di modo che vi balzi subito all’occhio quello che state cercando una volta aperta la mappa.
Oltre alla soddisfazione personale di vedere il vostro coloratissimo viaggio spalmato su una cartina digitale, potrete aiutare altri viaggiatori come voi nel loro percorso. Nel quarto pulsante potete rivedere tutti i vostri segnalibri, eseguire il backup e archiviare i vostri ricordi. Inoltre, avete la possibilità di scaricare guide di altri utenti che magari sono già stati dove vorreste andare voi, e che possono darvi ottimi spunti su locali non troppo turistici dove mangiare, di luoghi economici o in comoda posizione dove dormire o di quali attrazioni saltare e quali assolutamente no. Ovviamente la stessa cosa potete fare voi, perchè non condividere con gli altri il vostro viaggio? Come diciamo sempre, viaggiare è condividere: we travel to be more.

Attenzione! Questa è l’unica sezione a pagamento, per il resto l’applicazione è completamente gratuita. Per farvi meglio un’idea, alcuni percorsi sono gratuiti a scopo dimostrativo.

Esempio di guida condivisa da un utente, con percorso segnalato.
Esempio di guida condivisa da un utente, con segnalibri colorati.

L’ultimo tasto è un breve menù impostazioni a tendina che vi aiuterà a gestire le mappe scaricate e vi permetterà di personalizzare l’app.

Menù impostazioni.

In quanto navigatore, è presente la selezione di ritrovamento istantaneo della posizione, il convertitore della mappa da geografica a stradale e addirittura a quella della metropolitana.

Una volta terminato l’utilizzo potrete tenere la mappa come ricordo, condividerla o eliminarla e riscaricarla in futuro!

Spero il consiglio oggi vi sarà utile e..alla prossima settimana viaggiatori!

Giada. ☀️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: